MENU

Detrazione Spese Funerarie - Rimborso Fiscale

Chiudi
  • Detrazione Spese Funerarie - Rimborso Fiscale

Descrizione servizio

DETRAZIONE SPESE FUNERARIE - RIMBORSO FISCALE

La "spesa funeraria" è detraibile se sussite un rapporto causa ed effetto tra il decesso ed il sostenimento della spesa; sono, pertanto, esculse le spese sostenute anticipatamente dal contribuente in previsione di future onoranze funebri (ad esempio, l'acquisto di un loculo prima della morte).

E' considerata "spesa funebre" detraibile a titolo esemplificativo:

- l'erogazione di denaro a compenso di ogni operazione occorrente a portare la salma al cimitero e alla sepoltura, compreso il loculo, la fornitura dei marmi e la spesa relativa all'incisione del nominativo del defunto;

- l'importo corrisposto per il necrologio funebre.

LIMITI DELLA DETRAZIONE

l'importo massimo detraibile è pari a 1.549,37 per ogni decesso.

Le spese funebri sono detraibili con riferimento al decesso dei seguenti familiari:

- Coniuge, anche se legalmente ed effettivamente separato;

- Figli legittimi, legittimati, naturali riconosciuti, adottivi, affidati (*), affiliati (*);

- discendenti dei figli, anche naturali;

- Genitori ed ascendenti prossimi, anche naturali;

- Adottati;

- Generi e nuore;

- Suocera e suocero;

- Fratelli e sorelle, germani o unilaterale, con precedenza dei germani sugli unilaterali.

(*) Il D.P.R. n. 917/86 ha aggiunto a tale elenco di persone anche i figli affiliati o affidati, intendendosi come tali quelli affidati temporaneamente a una famiglia, perché privi di una propria famiglia idonea.

La detraibilità della spesa è in capo al soggetto che l'ha effettivamente sostenuta. La detrazione spetta anche se il familiare non è a carico. La detrazione può essere tuttavia ripartita tra più persone qualora sul documento contabile, anche se intestato ad unico soggetto, sia annotata una dichiarazione di ripartizione delle spese.


COME FARE LA RICHIESTA

Le Onoranze Funebri Venezia, all'atto del pagamento, rilasciano la fattura/quietanza che può essere detratta l'anno successivo direttamente sulla denuncia dei redditi.